Print Friendly, PDF & Email

Oggi per la prima volta ho preparato questa deliziosa focaccia e sono stata contentissima del risultato ottenuto: croccante ai bordi e morbida al centro.

Questa ricetta è una specialità ligure, esattamente del paese di Recco che è diventato famoso in tutto il mondo per la creazione di queste focacce.

La parte difficile della preparazione di questa ricetta è stendere la pasta molto sottilmente, prima con il mattarello e poi con i dorsi delle mani senza creare buchi. Ma se vi dovesse succedere non preoccupatevi perchè si possono chiudere facilmente mentre nella parte superiore i buchi sono necessari per far uscire il vapore ed il liquido creato dal formaggio.

Ho usato la ricetta tradizionale del Consorzio @focacciadirecco_igp che scrivo qui sotto, l’unica variante è la dose della crescenza perché ne ho usata meno e secondo me era sufficiente.

Provatela anche voi è davvero squisita!

Focaccia di Recco col formaggio

Ingredienti:

  • 500 gr farina tipo 0
  • 250 ml di acqua circa
  • 40 ml di olio evo
  • 10 gr sale marino fino
  • 600-700 gr di crescenza
  • olio e sale q.b.

Preparazione:

avorano assieme farina di grano tenero tipo “00” (o farina tipo “Manitoba”), acqua, olio extravergine di oliva italiano e sale sino ad ottenere un impasto morbido e liscio. Terminata l’operazione, si lascia riposare l’impasto per almeno 30 minuti a temperatura ambiente, coperto da un telo di tessuto naturale oppure in appositi contenitori alimentari a norma di legge. Si suddivide poi l’impasto in porzioni corrispondenti alle esigenze di impiego mantenendolo in condizioni igieniche ottimali.

Si preleva una porzione di impasto e la si tira. Quindi si procede manualmente allargando la pasta con un movimento rotatorio, posizionando le mani sotto alla sfoglia, fino a renderne lo spessore inferiore al millimetro, e avendo cura di non provocare perforazioni della superficie. Si adagia la sfoglia ottenuta nella teglia di cottura, precedentemente unta con olio extravergine di oliva italiano.

Si adagia sulla sfoglia il Formaggio fresco distribuendolo in piccoli pezzi della grandezza pari a quella di una noce così da coprire in maniera omogenea tutta la superficie. Si procede alla lavorazione dell’impasto rimanente, per ottenere un secondo strato di sfoglia delle dimensioni pari al precedente, che sarà ulteriormente lavorato fino a renderlo sottile, quasi trasparente, e sarà successivamente adagiato sulla base già coperta dal Formaggio.

Si saldano, schiacciandoli, i bordi sovrapposti delle due sfoglie per impedire la fuoriuscita del Formaggio durante le operazioni di cottura. Eventuali lembi di impasto in eccesso potranno essere rimossi con l’ausilio di un coltello o di altro strumento.

Con le dita si pizzica in più punti la sfoglia superiore, formando dei fori.

Si cosparge la Focaccia di Recco col formaggio con un filo di olio extravergine di oliva italiano ed, eventualmente, con una spolverizzata di sale. La cottura deve avvenire in forni alla temperatura compresa tra 270° e 320°C per 4-8 minuti, fino a quando la superficie del prodotto non avrà assunto un colore dorato, con bolle o striature marroni nella parte superiore. Il forno deve essere regolato in modo che la parte inferiore sia più calda della superiore. E’ escluso ogni trattamento di pre-cottura, surgelazione, congelazione o altra tecnica di conservazione.

Uno strappo consentito: sostituire la crescenza con lo stracchino. La tradizione non se ne avrà a male…!

CURIOSITÀ

Sapevate che nel 1997 è stato registrato il marchio “Autentica Focaccia col Formaggio di Recco”?
Si perchè il comune di Recco ha pensato bene di tutelare questa delizia dalle varie imitazioni che ci sono in giro per l’Italia.
In questo modo sarete sicuri di trovare con il nome di “focaccia col formaggio” solo quella tipica di Recco mentre, tutte le altre, si chiameranno semplicemente focacce al formaggio.