Print Friendly, PDF & Email

E’ un pane particolare da preparare perchè la farina di polenta lo rende morbido e compatto. La ricetta originale non prevedeva l’uso della farina per polenta ma io ne avevo in casa ed ho provato ad usarla. Il risultato è stato un pane dalla crosta sottile che racchiude una mollida umida e soffice che mi ha fatto pensare al pane che ho mangiato la scorsa estate in Svezia.

Ho aromatizzato questo pane con dei semi di finocchio pestati al mortaio e dei semi di lino dorato che lo hanno reso profumato e croccante, perfetto da abbinare a formaggi saporiti e verdure in agrodolce. Il primo assaggio di questo pane è avvenuto da caldo, poi l’ho lasciato intiepidire tagliato a fette e mangiato a temperatura ambiente ma il giorno successivo dopo averlo leggermente tostato ha rilasciato i gusti e profumi migliori.

In Svezia abbiamo mangiato pani molto simili a questo che spesso erano accompagnati ad arringhe affumicate e formaggio marrone ma vi assicuro che è squisito anche con del semplice gorgonzola e qualche pezzetto di cavolo cappuccio condito con una vinaigrette al limone o all’aceto di mele.

Naturalmente puoi preparare questa ricetta anche in un stampo in alluminio o antiaderente, io sono stata molto contenta di prepararlo nella mia nuova Staub, un’idea per usarla in maniera diversa dal solito.

Questo pane ha una lunga durata, io l’ho conservato in un sacchetto di plastica per alimenti in frigorifero e mi è durato 1 settimana. Prima di mangiarlo l’ho tolto dal frigo, fatto tornare a temperatura ambiente e scaldato in una padella antiaderente. E’ ottimo per preparare dei crostini, o come si chiamano in Svezia gli “smørrebrød”!

Pane svedese in pentola Staub

tempo di preparazione 20 minuti. tempo di cottura 45 minuti.

ingredienti per 1 pagnotta:

  • 350 gr farina tipo 1
  • 150 gr farina da polenta, io ho usato quella bianca
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 300 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaio di miele
  • 8 gr di lievito di birra
  • 5 gr di sale
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio
  • 1 cucchiaio di semi di lino

preparazione:

versa nella ciotola dell’impastatrice le due farine, il sale, i semi di finocchio leggermente pestati al mortaio ed i semi di lino. aggiungi il lievito sciolto in metà acqua insieme al miele e l’olio quindi inizia ad impastare per circa 10 minuti.

togli l’impasto dalla ciotola, mettilo in un sacchetto di plastica per alimenti e fallo lievitare in frigorifero per 2 giorni. dopo il tempo indicato posiziona l’impasto in una ciotola capiente e fallo tornare a temperatura ambiente, ci vorranno 3 ore circa. a questo punto il pane inizierà a lievitare, io ho aspettato che raddoppiasse di volume e ci ha messo altre 2 ore.

nel frattempo scalda il forno con la padella all’interno. appena il forno arriva a 210 gradi togli la padella ungila leggermente ed appoggia il pane all’interno. chiudi con il coperchio e fai cuocere per 20 minuti. togli il coperchio e continua a cucinare a 190 gradi per altri 20-25 minuti, finchè la superficie diventa dorata.

sforna il pane e lascialo raffreddare. il pane si mantiene per una settimana chiuso in un sacchetto di plastica per alimenti in frigorifero.

un’idea in più: prova questa ricetta con la farina per polenta fioretto, il risultato saà una pagnotta dalla consistenza granulosa e rustica.