Print Friendly, PDF & Email
piace a tutti (o quasi) ed in tanti la fanno in casa con una propria personale ricetta.
la prima pizza che ho preparato è stata la famosa “pizza catarì” a lievitazione istantanea, mi sembrava buonissima e pensavo di aver fatto un capolavoro, ma parlo dei faticosi anni delle superiori…
poi ho iniziato ad usare il lievito di birra secco e poi quello fresco, che hanno entrambi bisogno di alcune ore di lievitazione, con risultati ancora migliori.
è incredibilmente gratificante e divertente creare un impasto che poi diventerà una deliziosa pizza da mangiare tutti insieme.
preparo spesso la pizza in casa e la preferisco a quella della pizzeria perchè gli ingredienti li scelgo di ottima qualità.

PIZZA

la mia ricetta base per 2 persone:

  • 400 gr farina 00
  • 8 gr di lievito di birra disidratato
  • 200 gr acqua tiepida circa
  • 8 gr sale
  • 1/2 cucchiaino di zucchero (x il lievito)
  • 1 cucchiaio di olio evo
condimento:
  • pomodori pelati schiacciati o passata di pomodoro, circa 400 gr
  • mozzarella, circa 350 gr
  • olio evo, origano e sale q.b.
  • alcune olive nere
  • 1 melanzana cotte al vapore

           
preparazione:

versa in una ciotola ben capiente l’acqua tiepida, aggiungi lo zucchero ed il lievito e fallo sciogliere bene. mescola e fai riposare qualche minuto.

unisci la farina ed il sale quindi impasta per 5-10 minuti. 
io da qualche mese, cioè da quando ho ricevuto questo meraviglioso regalo, uso l’impastatrice.
procedimento con la planetaria:
utilizza il gancio e versa nella ciotola tutti gli ingredienti, secchi e liquidi, fai creare l’impasto a media velocità quindi fallo lavorare per 5-10 minuti.
ungi una ciotola capiente con l’olio ed appoggia dentro l’impasto.
fai un taglio a croce sull’impasto e copri con un canovaccio da cucina o con la pellicola trasparente.
posizionate la ciotola vicina al termosifone o in una stanza calda (senza correnti d’aria) dove dovrà lievitare almeno 3-4 ore.
ogni tanto controlla l’impasto che deve triplicare di volume.
la lievitazione è molto importante perchè è questo passaggio che rende la pizza soffice e ben digeribile. 
(io solitamente preparo l’impasto il giorno prima e tengo il panetto di impasto in un sacchetto di plastica per alimenti in frigorifero per tutta la notte.
la mattina successiva lo tolgo dal frigo e lo tengo a temperatura ambiente almeno un paio d’ore poi lo metto in una ciotola e lo faccio lievitare un’altra ora. a questo punto proseguo con le indicazioni qui sotto)
dividi l’impasto in due ed appoggialo su due teglie da forno ben unte, quindi stendilo delicatamente con le mani.
spingete bene con i polpastrelli e fate rimanere i buchi delle dita così il condimento rimane dentro l’impasto. 
fai lievitare 30 minuti. 
mentre la pizza lievita fai cuocere i pelati schiacciati, o la passata, per 20 minuti solo con un pò di sale ed origano e poi fallo raffreddare prima di condire la pizza.
condisci la pizza con il pomodoro e le verdure, cotte o crude a tua scelta.
prima di usare la mozzarella è importante tagliarla e farla sgocciolare in un colino almeno per 1-2 ore prima di usarla, in questo modo non si crea liquido sulla pizza durante la cottura. il procedimento è necessario soprattutto per la mozzarella di bufala che è molto ricca di latte.
QUI SOTTO ALCUNE FOTO DELLE MIE PIZZE:
     pizza con impasto al farro, zucchine, cipolla rossa e cipolla bianca 
una buona variante è la pizza con impasto integrale (metà farina 00 e metà farina integrale) o con impasto di farro (metà farina 00 e metà farina di farro) o con impasto di cereali misti o con …… ci sono tante varianti di impasto per quante farine si trovano in commercio.

puoi aromatizzare l’impasto base con erbe aromatiche secche, fresche e spezie: origano, rosmarino, zafferano, curry, paprika… 

pizza con impasto integrale melanzane cipolla mozzarella e ricotta

pizza con pomodoro cipolla bianca e taleggio

pizza con pomodoro melanzane al vapore olive taggische capperi
pizza con pomodoro e cipolla bianca e cipolla rossa
pizza con radicchio ricotta taleggio e parmigiano