Print Friendly, PDF & Email

La pizza Margherita è una delle pizze più famose ed amate d’Italia. La sua farcitura semplice e gustosa è composta da pomodoro, mozzarella e basilico.

Ogni pizzaiolo ha la sua personale versione e ricetta che si può preparare in pizzeria ed anche a casa. La mia ricetta prevede l’uso di ingredienti di ottima qualità e di una lunga lievitazione, prima in frigorifero poi a temperatura ambiente.

Provate anche voi a preparare la pizza margherita a casa e vedrete quanto sarà buona e quanto vi divertirete a farla. Questa ricetta è perfetta per passare un pomeriggio a casa con i propri amici, familiari e bambini.

L’impasto tradizionale per la pizza per essere leggero e ben digeribile deve lievitare a lungo. Quando voglio preparare la pizza io inizio il giorno precedente, preparo l’impasto la sera e lo ripongo in frigorifero tutta la notte. Il pomeriggio del giorno successivo lo tolgo e lo faccio tornare a temperatura ambiente poi gli lascio il tempo di lievitare almeno 3 ore. Quindi lo stendo nella teglia, lo farcisco con il pomodoro e lo cucino. La mozzarella la aggiungo 10 minuti prima di terminare la cottura.

Se la voglia di pizza è irrefrenabile questa ricetta è perfetta anche per preparare una pizza veloce fatta in casa con tempo di lievitazione di 3-4 ore. Per preparare una pizza veloce è necessario utilizzare una farina debole, come una 00, in questo modo l’impasto sarà leggero e digeribile nonostante le poche ore di lievitazione. Le farine forti come la manitoba e la tipo 1 necessitano di una lunga lievitazione perchè sviluppano molto glutine.

tempo di preparazione 30 minuti – tempo di lievitazione 4 ore – tempo di cottura 35 minuti

Ingredienti:

  • 500 g farina per pizza biologica tipo 0 Almaverde Bio
  • 300 ml acqua tiepida
  • 5 g lievito di birra secco
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • olio extra vergine di oliva e sale q.b.
  • 500 g di passata di pomodoro biologica Almaverdebio
  • 2 cucchiaini di origano secco
  • 3 mozzarelle da 125 g

Preparazione:

  1. Fate sciogliere il lievito e lo zucchero in mezzo bicchiere di acqua non fredda.
  2. Versate la farina in una ampia ciotola ed aggiungete il lievito e metà acqua.
  3. Impastate a mano, o con una impastatrice, aggiungendo poco alla volta tutta l’acqua indicata e mezzo cucchiaino di sale. Lavorate bene l’impasto per circa 10 minuti.
  4. Fate le pieghe di rinforzo: prendete l’impasto e formate un rettangolo quindi piegatelo in 3 parti, prima da un lato riportando l’estremità verso il centro, e poi dall’altro. Ripetete questi passaggi per 3 volte.
  5. Appoggiate l’impasto in una ciotola unta poi copritelo a contatto con un foglio di pellicola oliata e poi coprite il tutto con un canovaccio. Fate lievitare a temperatura ambiente per almeno 3 ore. L’impasto deve raddoppiare di volume.
  6. Se preferite far lievitare la pizza per più tempo potete tenere l’impasto in frigorifero tutta la notte e riprenderlo la mattina o il pomeriggio del giorno dopo per finire la preparazione.
  7. Sbriciolate con le mani, o con un coltello, le mozzarelle e fatele sgocciolare in un colapasta per perdere il liquido, soprattutto se usate la mozzarella di bufala in cottura.
  8. Ungete con l’olio una teglia antiaderente di circa 35 cm di diametro. Appoggiate l’impasto e stendetelo piano piano con i polpastrelli.
  9. Fate lievitare l’impasto per circa 30 minuti nel forno spento con la luce accesa o vicino ad una fonte di calore. Condite la pizza con la passata di pomodoro, olio, sale ed origano.
  10. Cuocete la pizza per 5 minuti a 220 gradi sulla base del forno. Abbassate il forno a 200 gradi e posizionate la pizza a metà del forno quindi cuocete altri 15 minuti.
  11.  Aggiungete la mozzarella e fate cuocere 10 minuti circa. Servite la pizza ben calda.

Un’idea in più: potete arricchire la pizza con altri ingredienti a vostra scelta, ad esempio olive, capperi, verdure grigliate…