Print Friendly, PDF & Email
 
oggi voglio consigliarvi un primo piatto che può essere servito in brodo ed anche asciutto: I PASSATELLI
qui in Romagna si dice che “la morte sua sia in brodo” ma sono ottimi anche serviti asciutti con un buon sugo.
quest’estate il clima è stato molto variabile, sembrava avessero scambiato luglio con ottobre ed agosto con settembre…
con questo clima mi sono ammalata e mia mamma mi ha portato subito 2 litri di brodo fatto da lei ed io mi sono cimentata preparando i passatelli
i passatelli sono nati dalla tradizione marchigiana come “stracciatella”, poi è stato rielaborato dalle azdore romagnole che gli hanno dato la forma dell’attuale passatello.
preparavano questo piatto con uno strumento chiamato “ferro per passatelli” che nel tempo è stato sostituito dallo schiaccia patate con i fori larghi.
questo piatto povero è semplice e veloce da preparare perchè non ha bisogno di impastatrici o robot. gli ingredienti vengono mescolati ed amalagamati poi passati nell’attrezzo scelto.
un consiglio: è importante usare un pangrattato asciutto e tritato non troppo finemente.

Passatelli in brodo

ingredienti per 5-6 persone:

  • 3 uova
  • 250 gr di pangrattato
  • 300 gr di parmigiano grattugiato
  • noce moscata, sale, pepe q.b.
  • brodo di verdura o di carne a scelta
preparazione:
rompete le uova in una ciotola e sbatterle con un pizzico di sale, uno di pepe e abbondante noce moscata. 
aggiungete il parmigiano ed il pangrattato ed impastate bene.
se l’impasto risulta troppo morbido aggiungere altro pan grattato se invece fosse troppo duro si possono aggiungere un paio di cucchiai di acqua o di brodo.
l’impasto deve risultare ben amalgamato e compatto altrimenti quando si schiacceranno i passatelli si romperanno a pezzetti e non rimarranno lunghi.
formate delle palline grandi poco più di un uovo e poi lasciatele riposare per circa 30 minuti.
schiacciate con l’apposito attrezzo una pallina alla volta. 
se non avete lo schiaccia passatelli si può usare lo schiaccia patate con i fori grandi.
io uso la tecnica di mia mamma cioè schiaccio i passatelli direttamente sulla pentola del brodo bollente, se vi sembra complicato potete formare i passatelli una pallina alla volta su un piatto senza sovrapporli. poi versate i passatelli nel brodo bollente.
aspettate che i passatelli tornino in superficie e fate riprendere il bollore per un paio di minuti.
a me piace mangiarli molto brodosi e senza aggiungere altro ma c’è chi ci aggiunge parmigiano…
mio marito li preferisce asciutti quindi per lui li scolo con la ramaiola ed aggiungo olio extra vergine di oliva ed un paio di cucchiai di parmigiano.