LA “NUOVA” OSTERIA DEL PONTE A CASSINETTA DI LUGAGNANO

da qualche mese lo chef Salvatore Garofalo ha riaperto l’Antica Osteria del Ponte a Cassinetta di Lugagnano, uno paesino in provincia di Milano famoso per la presenza del Naviglio Grande e per questo storico ristorante che sotto la guida di Ezio Santin conquistò 3 stelle Michelin.

20160415_202026

20160415_202041

lo chef Garofalo ha mantenuto il nome e l’arredamento dello storico locale ma ha portato qui i suoi piatti creativi, diventati famosi per l’utilizzo della birra in cucina, ed ha reso accessibile a tutti poter cenare in questo famoso ristorante. 

20160415_202210

per omaggiare il suo mentore e dare un collegamento con la grande tradizione dello chef Santin, lo chef Garofalo ha proposto durante i giorni del Salone del Mobile una “cena a 4 mani con Santin”, ed io non potevo certo mancare.

nota super positiva: il menù studiato dai due chef ha previsto anche variazioni per i vegetariani e vegani.

la cena è iniziata con un antipasto di misticanze spontanee abbiatensi croccanti alla birra “vudu” del birrificio italiano su spuma di gorgonzola naturale dell’Arioli, noci riattivate e sesamo nero.

20160415_210523

sto ancora sognando la lasagnetta di soli tuorli con baccalà mantecato alla ligure, tartufo nero, fave e pecorino: le migliori lasagne mai mangiate!

20160415_211635

il rombo alla “blanche de namur” con pomodori verdi arrostiti e patate schiacciate al tarassaco e pimpinella era favoloso!

20160415_214330

a fine serata gli chef hanno fatto un giro fra i tavoli chiedendo come era andata la cena.

Ezio Santin è un personaggio con la carica e la vitalità di un trentenne. molto solare e gentile si è fermato a parlare di cucina, di tradizioni, dei suoi nonni romagnoli (ferraresi esattamente), e si è informato su quali piatti del menù ci sono piaciuti di più.

naturalmente noi abbiamo chiesto di farci una foto con lui…

20160415_224633

20160415_230008

a presto e buon lavoro Salvatore! la tua cucina ci ha stregato ed appena possibile torneremo a trovarti!

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *