16° FESTIVAL DELLA CUCINA ITALIANA. CESENATICO 23-25 SETTEMBRE 2016

Il FESTIVAL DELLA CUCINA ITALIANA sbarca a Cesenatico dal 23 al 25 settembre!

La 16ª edizione di quest’anno è uno degli appuntamenti enogastronomici più rilevanti del Paese, raccogliendo il meglio del cibo, del vino e della cultura agroalimentare.

Quest’anno il Festival si arricchisce di nuove proposte e di una suggestiva ambientazione: l’antico borgo marinaro di Cesenatico.  

Il cibo ed il vino di qualità saranno ospitati nel suggestivo Museo della Marineria sul Porto Canale; due dei bragozzi storici sul Porto Canale, disegnato da Leonardo, saranno le sedi esclusive di hospitality d’eccezione; la casa museo dello scrittore Marino Moretti verrà utilizzata per esposizioni tematiche; il bellissimo Teatro Comunale per uno spettacolo in anteprima e per il Premio Nazionale Galvanina (alla cultura, al giornalismo, alla cucina, all’imprenditoria); la via adiacente la sezione galleggiante del museo sarà animata da uno Street Food Festival di grandissima qualità con prodotti rappresentativi di tutte le regioni italiane.

slide-cesenatico-no-text

“8 STELLE X 8 PADELLE”

Otto importanti firme della cucina italiana si mettono ai fornelli e preparano uno speciale piatto proposto al pubblico a un prezzo speciale di 10 euro, con possibilità di degustare tutti gli otto piatti al costo di 50 euro, acqua e birra compresi.

Massimiliano Mascia, 2 stelle al Ristorante San Domenico Imola: Millefoglie di petti di pollo e mortadella con purea di pere IGP Emilia-Romagna e Saba di San Giovese;

Gregorio Grippo della La Buca, il Ristorante di Cesenatico: Carpaccio di ricciola, artemisia, salsa tonnata alla mandorla e riso croccante;

Riccardo Riccardo Agostini del Ristorante Il Piastrino di Pennabilli: Passatello in zuppetta di cozze alla marinara;

Aversa Giuseppe del Il Buco Sorrento: Mescafrancesca con erbe da taglio e frutti di mare;

Alberto Faccani del Magnolia Ristorante di Cesenatico: Pasta, polpo e patate;

Enrico Croatti del Dolomieu Ristorante – D.V. Chalet Boutique Hotel & Spadi Madonna di Campiglio: Polpetta di seppia all’orientale;

Simone Ciccotti Chef dell’ Antica Trattoria San Lorenzo di Perugia: baccalà in due consistenze, bagnacauda di piselli, aglio nero fermentato, melanzana affumicata al nero di seppia, mou di prugne selvatiche con caprino, uvetta e pinoli;

Maurizio Urso della La Terrazza Sul Mare di Siracusa: Cremoso al caffè e anice stellato su crumble di mandorla e pistacchio, salsa inglese alla liquirizia;

* Guest Star ospite Enrico Cosentino: Scialatielli dell’autore con pomodorini e vasilicolo e pioggia di cacio e pepe.

Il Festival è organizzato da La Madia Travelfood la prima rivista per ristorazione, accoglienza ed enogastronomia di qualità in Italia.

Per prenotazioni e info: [email protected]
oppure online su: http://www.festivaldellacucinaitaliana.it/prodotto/pranzi-e-cene/


wine-glasses-1246240_1920

FESTIVAL DELLE “BOLLE”

Un mare di bolle” è la sezione del Festival allestita tra le barche antiche del Museo della Marineria di Cesenatico dove degustare le migliori bollicine italiane e alcuni selezionati vini fermi.

Sono previste 14 degustazioni guidate sui grandi vini all’interno del Museo della Marineria di Cesenatico rivolte ad appassionati, curiosi, intenditori e degustatori.

I protagonisti delle degustazioni saranno:

  • Luca Gardini, miglior sommelier del mondo WSA 2010, formatosi alla scuola di Giorgio Pinchiorri, dal 2005 al 2011 è stato direttore del Ristorante Cracco di Milano, ideatore del BIWA e del Pop Wine, considerato uno degli opinion leader più importanti al mondo, collabora con Wine Searcher e di recente ha ricevuto il riconoscimento ‘Profeta in patria’ al Romagna Wine Festival.
  • Andrea Grignaffini, gastronomo, giornalista, membro della direzione esecutiva della Guida Ristoranti dell’Espresso, componente del comitato tecnico scientifico dei corsi sul vino di Alma, docente all’Università di Parma al corso di Laurea in Scienze Gastronomiche, e di Metodologia della degustazione presso l’Università San Raffaele di Milano ed ha preso parte a numerosi programmi tv.
  • Marco Tonelli, è membro della giuria del Best Italian Wine Awards (BIWA), giornalista, scrive di enogastronomia su alcuni quotidiani e riviste del settore.
  • Roberto Gardini, sommelier professionista, docente nei corsi AIS Italia Estero, docente ALMA nei Master e corsi superiori di ristorazione, miglior sommelier italiano 1993, miglior sommelier Ruinart Italia 1995, 3° classificato nel concorso europeo 1996, miglior degustatore 1998 nel concorso mondiale Vienna.
  • Alessandro Rossi, wine manager, appassionato ed intenditore di vino, vanta numerose pubblicazioni all’interno del mondo del vino e del cibo, ideatore del premio “Dire Fare Sognare” e del format audio “Deep Red Stories”.
  • Fabio Giavedoni, è curatore insieme a Giancarlo Gariglio di Slow Wine, guida alle aziende e ai vini d’Italia fondata nel 2010 per Slow Food Editore, ha scritto diverse pubblicazioni in ambito Slow Food.

Elenco date ed orari delle degustazioni:

Degustazione 23 settembre:
17:00: Gewurztraminer – Marco Tonelli € 25,00
19:00: Riesling a confronto – Roberto Gardini € 25,00
21:00: Vini convenzionali vs vini naturali – degustazione cieca Alessandro Rossi € 25,00
23:00: Viticoltura Eroica – Roberto Gardini € 25,00

Degustazione 24 settembre:
15:00: Le bollicine italiane – Andrea Grignaffini € 25,00
17:00: Le Grandi Verticali (Barolo a confronto) Luca Gardini €30,00
19:00: Sigari e Champagne – Marco Tonelli € 30,00
21:00: Gin e Abbinamenti – Andrea Grignaffini € 25,00

Degustazione 25 settembre:
15:00: Le Grandi Verticali (Brunello di Montalcino) Luca Gardini €30,00
17:00: Sauvignon Italia vs Francia – Alessandro Rossi € 25,00
19:00: Champagne: grandi formati – Alessandro Rossi € 30,00
21:00: Chablis – panoramica sui terroir – Marco Tonelli € 25,00

Per prenotazioni e info: [email protected]
oppure prenota online su: http://www.festivaldellacucinaitaliana.it/prodotto/degustazioni-di-vini/

 

festival-notizia-2

LE MANI IN PASTA CON LE SFOGLINE ROMAGNOLE

Imparare a fare la pasta presi per mano dalle sfogline romagnole “Le Mariette artusiane“.

Al Festival è possibile in un’apposita area dedicata alle dimostrazioni riservate al pubblico, curata dalle storiche “arzdore”, eredi della tradizione artusiana, che hanno fatto della cucina romagnola un ‘marchio’ di bontà, protagoniste di pratiche lezioni di sfoglia.

“Armate” di mattarello, farina, uova e acqua, metteranno il loro sapere acquisito nel corso dei decenni a disposizione di una platea di intenditori e appassionati: dai bambini alle giovani spose che vogliono imparare le basi della tradizione, fino ai gourmet che intendono preparare da soli le paste artigianali per i piatti più creativi. Per imparare a realizzare questa forma di arte bianca ogni corsista avrà a disposizione una Marietta che lo seguirà passo passo per insegnare i trucchi del mestiere.

Per prenotazioni e info: [email protected]
oppure prenota online su: http://www.festivaldellacucinaitaliana.it/prodotto/corso-sfoglia/ 

 

FOOD TRUCK FESTIVAL

Il lungo canale di Cesenatico si trasforma in un vero e proprio Festival del Food Truck dove è possibile trovare caffè e pralineria di cru speciali, i tortellini dei grandi cuochi bolognesi accompagnati dai vini dei Colli omonimi, il fritto di pesce dell’Adriatico, le olive ascolane, ipanini d’autore, la gamma delle famose birre Amarcord, la birra di Pinot Noir dell’Oltrepò Pavese. E per gli amanti dei cocktail, il famoso bartender Charles Flamminio propone in degustazione gratuita 5 creazioni speciali realizzate con la Prugna d’Agen Igp, oltre, naturalmente, aperitivi classici e pestati con spezie e distillati di erbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *